A NEVE FERMA- #venerdìdellibro

In questo venerdì pre natalizio (oramai siamo davvero agli sgoccioli) vi parlo di un libro leggero e divertente, ideale da regalare alla mamma e, perché no, anche alla suocera, se siete a corto di idee.

"A NEVE FERMA" di Stefania Bertola

Conosco Stefania Bertola per il suo splendido lavoro di traduttrice ed è stata per me una vera sorpresa scoprire che in realtà è anche una scrittrice.

Al suo attivo ha molti scritti, tra cui "Se mi lasci fa male" e "Biscotti e sospetti".

"A neve ferma" non è un libro recente, è stato pubblicato quasi dieci anni or sono.

Ciò non toglie che sia sempre un romanzo attuale, specialmente ora che tutto ciò che ruota attorno alla cucina (inteso come arte culinaria e non come ambiente domestico) sta vivendo un discreto successo.

Stefania Bertola ci cala nella sua città, Torino, e precisamente nella famosissima "Pasticceria Delacroix".

Qui troviamo Emma, Bianca e Tinto, tre amici che sbarcano il lunario lavorando come camerieri e aiutando un po' nel laboratorio della pasticceria.

Emma, ragazza molto intelligente con una laurea in tasca, molla un sicuro futuro nell'ambito dell'insegnamento per dedicarsi alla pasticceria, sogno di una vita.

Bianca invece non ha ancora trovato la sua vocazione e prova qualsiasi cosa, dall'acquarello alla fotografia.

Tinto, beh, Tinto è Tinto, giovane e rampante innamorato di Valentina.

Emma ha da poco perso l'amore della sua vita, Andrea Delacroix, che corona il suo sogno di fidanzarsi con una famosa attrice francese.

Sull'orlo di una crisi esistenziale, la nostra aspirante pasticcera viene scelta dal padre di Andrea per un'importantissima gara di pasticceria da cui dipendono le intere sorti della famiglia Delacroix.

In quest'avventura, capitatale tra capo e collo, Emma viene affiancata dall'amica di sempre Bianca e dalla giovanissima Camelia, figlia naturale del signor Delacroix e di Elena, sua fedele collaboratrice.

Elena, da sempre innamorata del suo datore di lavoro che la considera invece come una scappatella passeggera dei tempi andati, sfodera l'arma della figlia per indurre l'uomo a sposarla.

Ma la povera Camelia non è il solo asso nella manica di Elena: la ragazzina infatti è l'unica a possedere il quaderno nero, ossia il taccuino su cui il nonno, espertissimo pasticcere, trascriveva le sue preziosissime ricette.

Peccato che non ricordi dove sia finito...

Facendo leva su questo, Elena riesce a convincere Camelia a partecipare da titolare al concorso.

La quattordicenne però a ben altro per la testa. Innanzi tutto è negata per la cucina, odia i dolci e ha la tendenza ad innamorarsi del primo venuto.

Queste le basi per scatenare esilaranti scenette attraverso cui l'autrice, con uno stile fresco e umoristico, ci condurrà all'inevitabile lieto fine.

"A neve ferma" è un libro divertente, romantico e leggero che ben si adatta per letture poco impegnative, compagno ideale per un momento di evasione.

Lo stile narrativo della Bertola, mai pesante o pieno di orpelli, rende la lettura scorrevole e coinvolgente.

La galleria dei personaggi, così variopinti e particolari, desta la curiosità del lettore.

Aggiungiamo quel pizzico di pathos e di romanticismo che non guasta mai ed otteniamo un romanzo giusto giusto da clima natalizio.

Come sempre, un grandissimo ringraziamento a Paola, di Homemademamma, creatrice del venerdì del libro.

Con questo suggerimento vi auguro buona lettura e buone feste!

Facebook Comments

4 pensieri su “A NEVE FERMA- #venerdìdellibro

  1. HermioneGinny

    Molto molto carino!

    * «Su, si concentri, mi tiri il muscolo e respiri senza pensare. Ricordi che il pensiero è nemico della densità corporea. Chi più pensa, meno si rassoda.»

    * Emma fissò gli ingredienti allineati davanti a lei. Uova. Zucchero. Farina. Latte. I pilastri della pasticceria. Necessari e sufficienti a quasi tutto. Un po’ di lievito, il cioccolato, e potevi addolcire l’universo.

    Rispondi
  2. maris

    La Bertola l'ho amata in particolare con Biscotti e sospetti e con Ragazze mancine, ma anche A neve ferma è davvero carino. Una scrittrice che rilassa e diverte con intelligenza e ironia e un pò di simpatico caos di personaggi in cui perdersi per staccare la spina dalla nostra routine quotidiana 🙂

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *