BACK TO…ME!

Mancano pochi giorni all'inizio di Settembre, che per me rappresenta da sempre il nuovo anno.

L'estate con la sua calura a tratti insopportabile ci sta lasciando e siamo pronti per ricominciare.

Ricominciare il lavoro, la scuola, la solita routine.

Ricominciare da noi, facendo un bilancio di quello che le vacanze estive ci hanno lasciato, di come siamo in qualche modo cambiate.

Per me la parentesi estiva è stata una scoperta.

Chi di voi mi ha seguito su IG e FB sa già che abbiamo trascorso una settimana sull'Isola d'Elba, sempre spettacolare, ci siamo regalati un viaggio di coppia in Slovenia, che è stata davvero una piacevole sorpresa, e qualche camminata in montagna.

Il tutto condito con frizzanti e divertenti pic-nic e cene con amici e parenti.

Insomma, non abbiamo davvero avuto modo di annoiarci.

Ho trovato finalmente il tempo da dedicare alla lettura, a pedalate familiari, ai miei bambini con cui mi sono sforzata (sì, nel mio caso si tratta proprio di una forzatura contro la mia natura) a fare lavoretti mentre il solleone trasformava i paesi in un deserto sahariano.

Le vacanze ci hanno regalato nuove amicizie con persone interessanti, hanno stimolato e motivato la curiosità della Ninfa verso la lingua inglese (negli ultimi tempi i nostri esperimenti con l'insegnamento dell'inglese avevano subito una battuta d'arresto), ci hanno fatto conoscere nuovi luoghi.

Ma la cosa per me essenziale è che ci siamo ri-scoperti e ri-creati noi, come nucleo familiare.

Fare le cose assieme, al di là dello svolgimento abituale delle mansioni quotidiane, ci ha ridato la fiducia in noi stessi.

Siamo ancora una coppia affiatata ma allo stesso tempo siamo anche una famiglia abbastanza sincronizzata, dove ogni membro ha il giusto spazio e il giusto peso.

In questo particolare momento della mia vita è proprio questo aspetto la cosa più importante: sapere che possiamo funzionare come un ingranaggio ben oliato.

Certo, ci possiamo inceppare ma con le dovute cure il meccanismo funziona di nuovo.

Mi ha ridato la speranza per affrontare il futuro in un momento di profondo scoramento, un momento in cui la torre delle mie certezze cominciava a vacillare.

Se non proprio riposata, affronto l'autunno con una nuova prospettiva.

Ricomincio da me, da noi, non in solitaria ma assieme, con lo spirito giusto.

Certo, l'ansia del rientro si fa sentire, ma lo spirito con cui la affronto ora è diverso, perché io mi sento diversa.

Rinnovata, più consapevole e più curiosa verso tutto quello che mi circonda.

E voi, come avete passato i mesi estivi? Vi sentite in qualche modo cambiate?

4 pensieri su “BACK TO…ME!

  1. Martina

    Che bellissimo post, sono molto contenta per te, (per voi!), che questa estate vi abbia fatto così bene. Sicuramente ora sei bella carica per poter affrontare la ripresa e le inevitabili difficoltà che si presenteranno più avanti (penso nello specifico ai malanni dei bimbi... incrociamo le dita ma sai com'è, non si può scappare per sempre dai vari virus e batteri che li circondano!).
    Nel mio caso è stata un estate un po' sotto tono...
    Ho scoperto di aspettare un bimbo a giugno (grande gioia!) e da luglio ho sofferto di sinusite che con il caldo infernale non sono riuscita a curare con metodi naturali... Arrivata alle ferie sfinita (sia dalla sinusite sia dalla stanchezza dovuta a caldo e gravidanza), ho "usato" i giorni di vacanza per cercare di riprendermi, quindi non mi sono veramente goduta il mare e i giorni che ho passato con il mio bimbo e il mio compagno.
    Il 23 agosto ho ripreso il lavoro con il naso ancora tappato (credo che si tratti di rinite dovuta alla gravidanza) e il caldo afoso che ancora è presente.
    Insomma, il morale è stato un po' basso... Però ho deciso che voglio cambiare registro perchè nonostante tutto sto vivendo per la seconda volta la magia più bella della vita... e non voglio passare il tempo a lamentarmi dei miei malanni... piuttosto vorrei concentrarmi sulla bellezza di ciò che sto vivendo!
    Un abbraccio e in bocca al lupo per la ripresa!

    Rispondi
    1. Priscilla

      Martina, ma è una notizia strepitosa! Spero che ora i disturbi ti siano passati. Questo calura insopportabile non è di sicuro il massimo per una donna incinta, ma dobbiamo pazientare ancora pochi giorni e poi il fresco ristoratore arriverà.
      Se vuoi scrivermi in privato, trovi l'e mail nei contatti.
      Tienimi comunque aggiornata perché ci tengo a sapere di te e della tua famiglia.
      Per ora ti abbraccio forte!

      Rispondi
  2. Maddalena

    Bello sentire questo nuovo vigore... Noi come sai abbiamo fatto solo vacanze montane, ma con grande gioia. Purtroppo certi scogli e difficoltà familiari continuano e inceppano proprio quel meccanismo di cui parli: come te anche io anelo all'armonia familiare, perché chi è sereno rende serena la famiglia, ma anche il contrario. Ci influenziamo tutti, e non sempre è facile quando si creano squilibri.

    Rispondi
    1. Priscilla

      Cara Maddalena, proprio cara perché pur nel frangente in cui vi trovate trovi del tempo per me. L'armonia familiare è l'obiettivo, ma so che i problemi quotidiani, la stanchezza e la routine lavorativa sono spesso scogli difficili da raggirare. Troppe volte allora ognuno va per la sua strada, prendendosi carico di tutto sulle proprie spalle, dimenticandosi che la vita di coppia è anche questo:compartecipare e spartire anche la fatica quotidiana. Mi auguro di ricordarmelo nei mesi a venire, perché spesso manco dell'umiltà necessaria per chiedere aiuto.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *