MADRI IMPERFETTE, NON PESSIME MADRI

E' appena arrivato in Italia e ha già fatto scalpore. Stiamo parlando del film "Bad moms-mamme molto cattive". Non sono ancora andata a vederlo, ma è una cosa che mi sono ripromessa di fare. Perché? Perché sono una "bad mom" anch'io. Sono una mamma normale, che ce la mette tutta per essere una brava mamma, non una mamma perfetta.Tutte noi, chi più chi meno, aspira alla perfezione. Ma siamo consapevoli che le mamme perfette non esistono. Sono sicura che non siano mai esistite. Sono mamme normali come noi a cui riesce meglio di noi essere brave in qualche campo. Ci sono quelle che cucinano divinamente, quelle che non hanno mai un capello fuori posto, quelle che hanno la casa immacolata nonostante i tre figli e il cane, quelle che sono dotate di grande creatività. Esistono anche quelle che sono più cose contemporaneamente (mannaggia, quanto le invidio!). Ma, se riuscite a guardare oltre l'etichetta di Miss Perfettina che avete cucito loro addosso riuscite a vedere quanto questa sia solo una patina. Sotto sotto sono come noi, insicure e imperfette, sempre sull'orlo di una crisi di nervi. Camminiamo tutte assieme su un filo invisibile, noi mamme, in bilico tra quello che siamo e quello che vorremmo essere, senza capire che per i nostri figli siamo perfette così. Vogliamo solo il meglio per loro e ci facciamo in quattro pur di ottenerlo. E' la competizione fra di noi che ci uccide. Siamo invidiose le une delle altre, perché viviamo nel terrore di essere giudicate mamme inadeguate. Eppure proprio nelle nostre imperfezioni, nei nostri limiti sta la nostra forza. Impariamo dai nostri errori, ci sforziamo di migliorare e di apprendere cose nuove. Plasmiamo la nostra quotidianità per andare incontro alle esigenze dei nostri figli, dei nostri partner, del nostro lavoro, della società e, last but not least, di noi stesse. In altre parole, siamo delle funambole con manie di grandezza. E' inevitabile che a volte scoppiamo. La vita troppo frenetica, l'organizzazione familiare, i nostri bisogni che non sempre riusciamo a soddisfare dopo un pò ci fanno dire:"Eh no, adesso basta!". Siamo quindi pessime madri se decidiamo di tirare un attimo i remi in barca, se pretendiamo di mettere di nuovo noi stesse al centro? Per me no. Siamo umane e a volte ci stanchiamo e abbiamo bisogno di ricaricarci. Però...C'è sempre un però. Ultimamente le mamme stanno passando dall'eccesso della mamma perfetta a quello della mamma pessima. Mi capita spesso di vedere madri che hanno un atteggiamento di menefreghismo nei confronti dei loro figli. Si nascondono dietro frasi del tipo: "Ora sono grandi. E' ora che si arrangino" Va bene, ma fino a ieri eri tu che facevi tutto. Così di punto in bianco non ti sembra eccessivo? Oppure: "Avrò diritto anche io ad avere i miei spazi!". Certo, ma magari se decidi di impiegare il tuo tempo in altro modo, cerca di non palleggiare tuo figlio da una baby-sitter ad un'altra, passando tra una zia e un nonno. Sembra che stiamo vivendo in un'epoca di eccessi: o siamo madri perfette o siamo madri pessime e lo ostentiamo senza pudore. Come sempre, la giusta via sta nel mezzo: come ogni essere umano vogliamo dare il meglio di noi ma dobbiamo essere consapevoli che non possiamo dare sempre il cento per cento. Gli altri ci apprezzano anche se mostriamo le nostre debolezze, anche se non viaggiamo sempre a mille. Insegniamo ai nostri bambini che è  giusto impegnarsi, avere degli obiettivi ma che se non facciamo sempre centro non muore nessuno. Diamo loro le basi per essere autonomi, ma anche la certezza che saremo lì ad aiutarli e sostenerli. Parliamo liberamente con loro dei nostri sentimenti, di quando siamo arrabbiate e di quando siamo stanche, ma anche di quando siamo contente perché siamo con loro. Ed ecco perché, in questo senso, sono contenta di essere una "bad mom", imperfetta sempre, pessima mai.

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *