CONVIVENTI O COINQUILINI?

CF ed io lavoriamo entrambi a tempo pieno. Io ho degli orari  di merda d'ufficio per cui esco di casa la mattina verso 7,15 e rientro verso le 18,30.

CF invece ha orari diversi.Capita che lavori di notte  e parta alle 21 per rientrare alle 7.00.

Quando succede così più che una coppia sembriamo dei coinquilini. Manca solo che mettiamo le iniziali sugli alimenti in frigorifero.

Mattina

Lui torna stanco; io sono già sveglia e generalmente di fretta.

"Come è andata?"

"Bene. Qui?"

"I bimbi hanno dormito fino alle 4.00 poi via nel lettone. Tesoro dai il biberon a Ringhio?"

"Bimba bella della mamma saluta papà"

Grugniti non meglio definiti.

"Vado a fare la doccia poi vado a letto"

"Ok".

"Mamma mi scappa la pipì!"

"Ma è appena entrato il papà in bagno."

"Allora fallo uscire mi scappa tantissimoooo"

Tafferugli tra padre e figlia per l'uso del bagno. Non oso immaginare quando avrà sedici anni...

"Io vado, sono già in ritardo!"

"Ciao stai attenta" risponde CF da sotto la doccia.

Bacio ai pargoli, saluto alla nonna di turno che nel frattempo è arrivata.

Pausa pranzo

VrrrVrrrVrrr. Meno male c'è whatsapp.

"Mi sono svegliato ora. Vieni a pranzo?"

"No. Spesa"

"Ok"

"Tocca a te svuotare la lavastoviglie e fare i letti"

Sfreccio col carrello tra le corsie, un occhio ai prodotti un altro alla lista. Mentalmente controllo: celo, celo, manca.

Arrivo alla cassa. Davanti a me una vecchietta arzilla ma sorda. Qualcuno prima o poi mi spiegherà perché i pensionati e gli anziani in generale vadano a fare la spesa all'una con tutta la giornata a disposizione!

Sospiro rassegnata, mentre la vecchietta conta la monetina con l'aiuto della cassiera. Inizio a mettere le cose sul nastro.

VrrrVrrrVrrr.

"Hai preso le arance?"

"Sì"

"E' finito lo scalogno."

Mannaggia, ma che tempismo! Proprio ora che avevo messo tutto sul nastro? Corro velocissima al reparto frutta e verdura, intanto che la vecchina imbusta la spesa.

Torno in tempo.

"Ha la tessera? Buste?" Sto pagando quando VrrrVrrrVrrr. Saluto la cassiera e leggo.

"Finita carta igienica". Merda, è proprio il caso di dirlo.

Butto tutto in auto e torno dentro, a rotta di collo. Afferro il primo pacco di carta igienica triplo velo trapuntata extraforte al profumo di lavanda color glicine, rifaccio la coda (ora tocca al signore col cappello) e torno a casa.

Parcheggio in culo ai lupi, mi carico come un mulo e saltello coi tacchi cercando di non rompermi una caviglia tra i crateri dell'asfalto.

Infilo le buste in casa e urlo:" Spesa qui sistema tu". Ritorno al lavoro.

Pomeriggio

VrrrVrrrVrrr.

"Sono andato a prendere la Ninfa dall'asilo. Ora fa merenda. Vuole yogurt al pistacchio ma dov'è?"

"Non c'è dagli quello alla banana"

"Già provato non vuole"

"Arrangiati. Sto lavorando"

Più tardi.

VrrrrVrrrrVrrrr.

"Nonna M ha riportato Ringhio. Dice che secondo lei scotta. Termometro?"

"Bagno armadietto farmaci. Fammi sapere."

"37. Nulla di che"

Sera

Apro la porta di casa.

"E' arrivata la mamma. Tutti a salutarla"

In bilico sui tacchi resisto all'urto sincronizzato dei bambini che mi assalgono. Barcollo fino in camera, mi spoglio e li ascolto a metà mentre cerco il loro papà.

CF si è defilato. Ma come fa ?! Forse si è nascosto nell'armadio o sotto il letto. Controllo ma niente.

Tento di imbastire una cena, cercando di ricordare cosa ha mangiato ogni membro della famiglia. Impossibile. Stasera pasta e amen.  Accendo la TV sui cartoni animati. Ringhio e la Ninfa li ignorano e proseguono nelle loro scorribande. Inseguono i gatti. I bambini sembrano divertirsi un mondo. I felini un pò meno. Il caos regna sovrano.

Compare CF (ma dov'era?!). Ceniamo assieme con il gioco dell'inglese, poi i bambini mi aiutano a sparecchiare.

Mentre riordino, la Ninfa e Ringhio fanno la lotta col papà. Dopo, andiamo a fare la doccia e ci prepariamo per la nanna. Sono le 20,30, CF aspetta il suo turno per prepararsi. Nel frattempo, guardiamo un paio di cartoni animati.

Ore 21: si va a nanna. Tutti in cameretta per la favola.

"Bambini, salutate papà che va al lavoro".

Sbaciucchiamenti vari e poi nel letto. Quando i bimbi dormono, sguscio fuori dalla cameretta e preparo i vestiti per i giorno dopo, apparecchio per la colazione e do da mangiare a gatti, pesci e criceto.

Mi preparo per andare a letto. Pregusto il momento in cui aprirò il libro.

VrrrrVrrrrVrrrr. "Amore, dai da mangiare tu al cane? Mi sono dimenticato" Impreco come uno scaricatore di porto ed esco di casa al freddo. Rientro e praticamente svengo nel letto.

Uno dei capisaldi della vita di coppia è il dialogo. Ad eccezione dei messaggi telegrafici da cui ormai sono bandite ogni tipo di smancerie (richiedono tempo pure quelle per essere digitate), in casi come questo noi ci scambiamo forse 50 parole al giorno.

Le coppie con figli devono ritagliarsi i loro momenti di intimità (opteremo per il sesso virtuale tramite whatsapp) e ognuno dovrebbe avere i propri spazi (se arrivi a sera e non sei stanca allora puoi. Metti in conto però almeno due risvegli notturni causati da bambini che vogliono bere-fare pipì-raccontarti qualcosa-giocare. Le 6,30 arrivano in fretta...).

Poi dicono che non è vero che il matrimonio è la tomba dell'amore....

 

 

 

 

 

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *