L’AMICA GENIALE, STORIA DI UN’AMICIZIA

Oggi vi voglio parlare di questo libro,"L'amica geniale" di Elena Ferrante.

Mi è stato regalato, appunto, da un'amica geniale, che sa quanto mi piace leggere. (In realtà anche altri lo sanno, ma mai che mi regalino un libro, eh?!).
Non conoscevo l'autrice se non per la sua fama. Quindi mi sono buttata a capofitto nella lettura del romanzo.
La trama è semplice e complicata allo stesso tempo. Semplice perché può essere riassunta in poche righe: si parla dell'amicizia e del rapporto di amore/odio tra le due protagoniste, Elena Greco (la voce narrante) e Lila Cerullo in un rione povero e malfamato di Napoli negli anni Cinquanta. L'autrice segue le bambine dall'infanzia fino all'adolescenza, sulla scia dei romanzi di formazione. Ma è anche un libro complicato perché la Ferrante mette in campo tantissimi personaggi secondari che non si limitano al ruolo di comparse. Mi ha piacevolmente stupito l'abilità nel ritrarre con pochi tocchi i tratti salienti di ogni figura riuscendo però a fare in modo che abbiano anche un certo spessore psicologico.
Ho trovato noiosi i primi capitoli del libro, forse perché non ero più abituata a questo genere di romanzi.Via via la narrazione si fa più coinvolgente, lo stile più scorrevole e alla fine ti prende al punto tale che non riesci più a smettere di leggere. L'ho finito alle tre di notte. Finito per modo di dire: infatti la storia prosegue con altri tre volumi che mi procurerò sicuramente. Questo mi ha lasciato l'amaro in bocca: se mi fossi informata prima avrei già cominciato il secondo!
Perché vale la pena leggerlo secondo me: per la particolarità dei personaggi, per il quadro sociale da cui possiamo vedere i cambiamenti nel rione di Napoli che riflettono allo stesso tempo quelli dell'Italia intera.Per lo stile e la genialità della trama, avvincente ma allo stesso tempo quasi distaccata.
E poi non volete farvi catturare dall'alone di mistero che aleggia intorno all'autrice che scrive con lo pseudonimo di Elena Ferrante?
Voi cosa state leggendo in questo periodo? Cosa mi consigliate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *