10 COSE CHE LE MAMME FANNO QUANDO I BAMBINI SONO IN VACANZA

Oggi è l'ultimo giorno di vacanza dei miei bambini, che sono stati con i nonni in montagna.

Domani sera la casa si riempirà di nuovo delle loro risa, dei loro litigi, delle loro chiacchiere.

Stare dieci giorni senza bambini non è stata una passeggiata dal punto di vista emotivo.

Come ho cercato di spiegare, in questi casi passo da uno stato di smodata ilarità ad uno stato di cupa malinconia.

Non so se avete presente il cartone animato "Rapunzel", la scena dove la protagonista è combattuta tra la gioia sfrenata della libertà e il senso di colpa per la preoccupazione che darà alla madre.

Ecco, una cosa così, insomma.

Siccome oramai so che questo stato di temporanea bipolarità è inevitabile e anche piuttosto comune, sono arrivata ad una sorta di accettazione consapevole.

Per questo, nella mia immensa bontà, voglio condividere con voi mamme 10 cose che si possono fare sfruttando l'assenza dei figli.

datemiunam-10-cose-da-fare-quando-i-figli-sono-in-vacanza

10 cose che le mamme fanno quando i bambini sono in vacanza

Questo che segue non è un elenco esaustivo, ma piuttosto una traccia che voglio condividere con quelle mamme che si trovano per la prima volta nella mia stessa situazione.

Tutto quel tempo da gestire, ore e ore che prima erano dedicate in qualche modo all'organizzazione dei figli, improvvisamente libero.

Questo può creare un momentaneo stato confusionale e, se siete ipocondriache, anche un lieve senso di ansia.

Ma non preoccupatevi, care mamme, tali stati sono, nella maggior parte dei casi, solo temporanei.

L'improvviso surplus di tempo (che purtroppo non si può stoccare per le emergenze, scade subito) può essere una vera e propria manna dal cielo.

Potete per esempio decidere di dedicare un paio di ore al restauro  alla cura  della vostra persona.

Basta con la passata di lametta tattica sulle gambe dal ginocchio in giù, ora possiamo fare le cose seriamente: un salto dall'estetista che, dopo avervi guardato schifata come se foste uno yeti, provvederà a rendervi lisce come delle saponette in ogni zona del corpo.

Quando uscirete, arrossate ma felici, avrete perso come minimo due chili, tra peli e sudori freddi.

Anche il viso vuole la sua parte per cui perché non utilizzare una sera della settimana per maschere e peeling? Nel frattempo possiamo anche applicare lo smalto sulle unghie, base-colore-top. Che figata, eh?

Un altro uso smodato di tempo è intrattenersi al telefono in lunghe quanto futili chiacchierate con persone che non si sentono dall'estate prima, quando i bambini erano giustappunto in ferie con i nonni.

Potete chiacchierare senza barricarvi in bagno e senza pericolo di interruzioni, finché il vostro operatore non chiuderà la telefonata per esaurimento di credito.

Sempre nell'ambito delle public-relations avrete finalmente l'inaspettata opportunità di uscire con quelle amiche single che non frequentate da tempo.

Voi vi divertirete da sballo, mentre a loro sembrerà di uscire con una ottuagenaria, specialmente quando pochi minuti dopo la mezzanotte collasserete sulle poltroncine del dehor di quel locale così trendy e loro saranno costrette a caricarvi a braccia sull'auto.

Vi ci vorranno un paio di giorni per riprendervi, ma ora di tempo ne avete in abbondanza.

Figurati, cara mamma-coi-bambini-in-vacanza, potrai dormire finanche otto ore di fila a notte, senza le inquietanti vocine che ti riportano alla realtà mentre aleggi in uno stato di dormiveglia e Morfeo ti sta tendendo la mano, per fare la pipì, bere un bicchiere d'acqua e raccontarti un fatto di importanza vitale proprio in quel fatidico momento.

Ma l'ebrezza più grande che le donne apprezzano solo quando diventano genitrici, secondo me, è la libertà di poter prendere impegni all'ultimo minuto, senza dover programmare tutto con settimane d'anticipo.

Decidere in cinque nanosecondi di fermarsi a prendere un aperitivo con le colleghe dell'ufficio e chiacchierare senza guardare l'orologio ogni tre minuti o fermarvi in un negozio solo perché avete visto un vestito che vi chiamava invitante dalla vetrina.

E quando avrete fatto il pieno di vita sociale, potrete concedervi sul serio una serata rilassante, in compagnia di quel bel libro che non siete riuscite a terminare dall'estate prima.

Magari deciderete anche di guardare la serie tv del momento sparandovi dodici puntate senza interruzione, finché avrete delle crisi d'identità e l'unica realtà sarà quella della fiction in cui vi siete forse  immedesimate  un po' troppo.

Ma non è finita qui: rispolverate le vostre doti artistiche e intellettuali e datevi senza ritegno a spettacoli teatrali, vernissage o visite ai musei.

Magari anche un salto al cinema, giusto solo per mangiare pop-corn e altre schifezze che normalmente, in presenza dei vostri figli, snobbate e vietate.

Ed infine, ma non in ordine di importanza, date nuovo lustro alla vostra vita di coppia: concedetevi una romantica cena in un posto dove normalmente non mettereste piede con prole al seguito, che sia un ristorante di lusso o un ritrovo di metallari.

Ritrovate la vostra sintonia, fate quelle attività che appassionano entrambi, siano scalate a pareti di roccia o pennichelle vicini vicini a bordo piscina.

Rafforzate il dialogo, ma tenete presente che quando non si hanno figli attorno anche i momenti di silenziohanno un certo non so ché.

Siate passionali a qualsiasi ora del giorno e della notte, senza remore e senza pensieri: ricordatevi che, prima di essere madri, siete anche donne. E vostro marito è sempre un uomo (si capisce che va bene anche se siete dello stesso sesso, quel che conta è l'amore, vero?).

Qualunque cosa facciate, cercate di godervi ogni istante come fosse l'ultimo.

Una volta rientrati i vostri figli, tutto tornerà alla normalità.

E se è vero che la vita con i bambini è ricca e interessante, ricordatevi anche che "una volta all'anno è lecito impazzire".

Ci risentiamo la prossima estate 😉

Facebook Comments

12 pensieri su “10 COSE CHE LE MAMME FANNO QUANDO I BAMBINI SONO IN VACANZA

  1. Daria

    Nel mio caso l'unica nonna disponibile ad ospitare i bambini non ne accetta mai ppiù di due alla volta...quindi in estate impossibile essere soli, al massimo con un bimbo solo, il che è già un bel passo in avanti! 😉
    Comunque capisco benissimo il senso di leggerezza e di leggero spaesamento davanti a tutte le ore libere, a me e mio marito è accaduto all'inizio della scuola lo scorso anno, quando per la prima volta dopo 9 anni finalmente tutti i bambini erano impegnati a scuola!

    Rispondi
    1. Priscilla

      Eh, Daria, immagino che per i nonni gestire tanti bambini per volta non sia una passeggiata. Anche i miei quando hanno l'altro nipotino sono più restii a tenere anche i miei due per tanti giorni, massimo una notte. E poi c'è anche da tenere in considerazione la gelosia che si crea tra i bambini spesso in competizione per guadagnarsi l'attenzione dei nonni...
      Comunque anche a me quando capita di avere solo un bimbo alla volta sembra già una sorta di vacanza: niente litigi, niente urla, niente capricci.
      I genitori di figli unici a volte non si rendono conto di questo. Ed io ne ho comunque solo due, non oso immaginare chi ne deve gestire abitualmente di più...

      Rispondi
  2. gianluca (gengisb)

    leggere un tuo articolo mi rilassa perché scrivi semplicemente e post non troppo lunghi... Mi piace il tuo linguaggio semplice e schietto...
    Ti scrivo in una settimana in cui sono solo a casa.. quindi senza moglie e senza figli.... Rivendico la malinconia ma anchela possibilità di rilassarmi un pochino....

    Alla prossima

    Rispondi
    1. Priscilla

      Grazie mille, sono contenta che ti piaccia il mio modo di scrivere 😉
      Direi che, vista la tua situazione, anche tu rientri appieno nella categoria dei genitori-che-hanno-tanto-tempo-perché-i-figli-sono-in-vacanza.
      Che cosa hai fatto dunque questa settimana?

      Rispondi
  3. Giordana

    in realtá cerco di fare queste cose anche quando li ho qui a casa! peró complimenti un bel post! Ora ne ho solo uno con me, il grande é in Italia dai nonni, ma non mi manca molto, sono felice per lui, so che in campeggio si sta divertendo un mondo!

    Rispondi
    1. Priscilla

      Brava Giordana, così si fa! Anche io cerco di fare queste cose tutto l'anno, ma è sicuramente più complicato. Invece sapere di avere a disposizione dieci giorni senza responsabilità ti fa affrontare la vita con uno spirito diverso.
      Grazie per il passaggio e buona continuazione.

      Rispondi
  4. Letizia

    "'unica realtà sarà quella della fiction in cui vi siete forse immedesimate un po' troppo." ...ecco, anche se non ho figli questo è successo anche a me! Qualche anno fa feci una lunga maratona di Grey's Anatomy e dopo qualche giorno andai a fare il prelievo per le analisi di routine: non mi sembrava possibile che i medici non fossero belli e fighi come alla tv! C'era qualcosa che non tornava! 😀

    Rispondi
    1. Priscilla

      AHAHAHA! Aiuto, veramente! Poi per giorni mi vivo la realtà come se fossero scene della fiction, mi immagino come agirebbero i vari personaggi e a volte mi scappa pure qualche battuta a voce alta 😉

      Rispondi
  5. Kristel

    🤣🤣🤣è vero, proprio vero!!! Per quanto mi riguarda potresti anche allungare la lista con la ‘possibilità di esprimere l’intimita col partner dove, come e quando ti pare 😉

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *