brescia-donna-3.0-rubrica-femminile-tecnologia1-
BRESCIA DONNA 3.0

Brescia donna 3.0: Sara Gaffurini

Buon lunedì e benvenute al nuovo appuntamento con al rubrica dedicata alle leonesse di Brescia.

Ci eravamo lasciate il mese scorso con l’intervista a Michela, dove si parlava di Giappone e della passione di viaggiare.

Visto che la bella stagione è finalmente arrivata, rimaniamo in tema di viaggi e parliamone con Sara, autrice del blog “Viaggiare a pois”

Perché l’ho scelta

Il blog di Sara è stato una soffiata di una mia amica che, un bel giorno, mi ha detto di provare a dare un’occhiata.

Sono rimasta favorevolmente impressionata da quello che ho visto: “Viaggiare a pois” offre spunti interessanti per viaggiare ma non solo.

Sara mi ha colpito per la sua ferrea compostezza: ha in testa i suoi obiettivi e va avanti come un treno, senza apparire diversa dalla ragazza giovane e fresca che è.

Intervista a Sara Gaffurini di “Viaggiare a pois”

  1. Sara in due righe (sì, so che è difficile ma proviamoci): chi sei e cosa fai nella vita

Sono Sara commessa nella vita reale e travel blogger per passione. Ho ventiquattro anni, sono una persona semplice che ama la vita e i pois.

  1. Tre lati di te che ami e tre che detesti

Partiamo dai tre lati che detesto di me. La prima cosa è la mia incostanza, purtroppo riesco a finire raramente una cosa che ho iniziato come per esempio la dieta o il blog, ho tanti post sul blog in bozze da mesi ma rimedierò giuro!

La seconda cosa è il mio altruismo, anche se ovviamente essere una persona altruista è una cosa bella e che fa onore io lo sono troppo e questo ostacola il tempo che dedico a me stessa e di conseguenza al blog.

Terzo e ultimo lato che detesto di me è l’essere super ordinata e pignola fuori casa ma dovete vedere la mia camera è un super caos.

Cosa che amo di me? La sincerità, dico sempre tutto quello che mi passa per la testa e sono molto schietta, la mia semplicità mi piacciono le cose semplici come i pois e la mia creatività.

  1. Quando è nata la passione per i viaggi?

Nella sfortuna di avere genitori separati ho avuto la fortuna di fare sempre vacanze doppie e da lì è nato l’amore per i viaggi.
La passione invece, è nata dopo quando sono cresciuta ed ho iniziato a lavorare in un’agenzia di viaggi ma oltre a questa enorme fortuna credo che sia anche tutta questione di genetica, già mia nonna materna era una grande viaggiatrice.

  1. Il primo viaggio che ricordi

Il primo viaggio che ricordo così su due piedi è di un viaggio all’età di dieci anni in Grecia in un villaggio turistico a Kos.

  1. Viaggi da sola o in compagnia?

Ultimamente in compagnia con amici, la mia famiglia o il mio ragazzo ma non ho problemi a viaggiare da sola; a vent’anni sono partita per quasi un mese da sola in America, è stata un’esperienza fantastica che rifarei!

  1. Come è nata l’idea di un blog?

L’idea del blog è nata quando ho dovuto lasciare l’agenzia di viaggi dove lavoravo per seguire l’università, non volevo mollare questa mia grande passione allora ho aperto il mio blog per continuare a dare consigli e ispirazioni.

  1. Come nasce un tuo post?

Nasce sicuramente da un’esperienza, non scrivo mai di cose che non ho vissuto in prima persona belle o brutte che siano ma, sopratutto nasce dall’unione di tutti i sensi ciò che ho visto, ciò che ho toccato con mano e ciò che ho assaporato.

  1. Quante ore al giorno dedichi al tuo blog?

Minimo quattro ore poi dipende dai giorni.

  1. Il viaggio che ti ha più emozionato da quando hai aperto il blog

Sicuramente Zanzibar.
Zanzibar è veramente HAKUNA MATATA, è vivere senza pensieri senza tanti fronzoli per la testa per la vita in uno scenario spettacolare che rianima il cuore.

  1. Cosa vuoi comunicare attraverso i tuoi post e le tue immagini?

Che il mondo è pieno di angoli magnifici a volte a pochi passi da dove viviamo, dietro l’angolo c’è sempre qualcosa pronto a stupirci  che sarà pure una frase fatta ma è assoluta verità.
Spero con i miei articoli e i miei scatti di riuscire ad emozionare tutti i miei lettori!

  1. A proposito di social media, sei iscritta a qualche gruppo di Facebook? Li ritieni utili ai fini della tua attività?

Sì li ritengo utili per aiutarci a vicenda, per esempio quelli tra blogger, e per promuovere la propria attività in quelli generici di viaggi o in quelli della destinazione da promuovere.

  1. Che rapporto hai con Instagram?

È il social network che preferisco! Credo che prima di fare un viaggio le fotografie, le immagini sono la cosa che ci invogliano a scegliere una meta piuttosto che un’altra.
Le fotografie sono la cosa più importante per i viaggi.

  1. Come concili la tua vita da blogger con il resto della tua vita (famiglia, amici, lavoro…)?

È tanto difficile perché, lavorando in un centro commerciale lavoro anche il sabato e la domenica e i miei orari sono diversi ogni giorno, ma cerco di prepararmi prima in base al calendario e di svolgere il lavoro per il blog durante la settimana così da  dedicare il fine settimana alla mia famiglia.

  1. Cosa ne pensano i tuoi genitori riguardo alla tua vita da blogger (apprensioni, paure..)?

Mi incoraggiano molto e sono sempre io che li aiuto ad organizzare i loro viaggi, ma non credono che quello che faccio possa essere la mia futura professione, a livello lavorativo sono ancora all’antica tipo l’ultimo film del posto fisso di Checco Zalone.

  1. Come sarebbe il tuo giorno perfetto?

Come sarebbe il mio giorno perfetto? Sicuramente sarebbe composto da 48 ore: sono una grande dormigliona e non riesco a carburare se non ho dormito almeno 8 ore di seguito!

  1. C’è qualche cosa che sogni di fare da tanto tempo e se sì perché non l’hai ancora fatto?

Sì un viaggio in mongolfiera in Cappadocia.

  1. Quali sono secondo te i tre valori più importanti che ti hanno trasmesso i tuoi genitori?

L’onestà, il rispetto e la parsimonia anche se di quest’ultimo ho ancora tanto da imparare…. sono una spendacciona 🙂

Conclusione

Sara ci ha portato in giro per il mondo dimostrandoci che quando la passione ci scorre nelle vene niente può fermarla.

Sono sicura che adesso anche voi state correndo a preparare la valigia.

Come sempre, potete usare i commenti se avete domande da fare alla nostra giovane travel-blogger.

Se volete fare contente Sara e me, diffondete la nostra iniziativa.

SAVE THE DATE: il nostro appuntamento per l’ottava puntata di “Brescia donna 3.0” è per il giorno 29 aprile con Isabella Berardi

Venite a conoscere le altre leonesse di Brescia:

 

Facebook Comments

Last Updated on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *