come-lavare-cane-come-fare-bagno-cane.jpg
vita con gli animali

Come lavare il cane in sette semplici mosse

Prendi un pomeriggio d’estate, di quelli caldi caldi. Prendi due bambini e un cane, in un giardino.

Metti che il cane non faccia il bagno da un po’ e che cosa ottieni? Un casino totale!

Perché per molti, forse troppi, lavare il cane è un’impresa titanica.

Per noi non lo è più, anzi! Se c’è una cosa che mi piace molto fare in estate con i bambini è proprio questa: lavare il cane.

Come mai non abbiamo più il terrore di fare il bagno al nostro amico a quattro zampe?

Perché dopo un numero incalcolabile di tentativi abbiamo trovato la giusta procedura che ci permette in poco tempo di avere un cane pulito e profumato.

Ogni quanto bisogna lavare un cane?

Dopo essermi presa la mia parte di insulti sui social quando ho affermato che faccio il bagno ai miei gatti e li faccio addirittura tosare quando inizia l’estate, sono pronta a beccarmi qualche cazziatone anche riguardo alla frequenza con cui lavo il mio cane.

In rete la media indicata è un lavaggio ogni 2-3 mesi, poi regolatevi secondo il vostro buon senso e le necessità canine.

Generalmente noi laviamo il nostro cane due volte, all’inizio e alla fine dell’estate.

Nei mesi freddi ,visto che il nostro cocker non più giovincello sta principalmente in giardino e voglio evitare che si prenda qualche raffreddore o peggio, risolvo il problema della pulizia con lo shampoo a secco.

Ma quando le temperature si fanno più miti preferisco lavarlo (anzi, lavarla perché è femmina) con il metodo tradizionale.

Come lavare il cane in sette semplici mosse

Ci sono cani che amano l’acqua e cani che la detestano. Indovinate la mia da che parte sta?

Ecco perché cerco di limitare la fase bagno al minimo indispensabile. In questi anni ho elaborato una semplice ma efficacie strategia che ci consente di lavare il cane in maniera rapida ed indolore.

L’intera procedura è formata da 7 step:

  • utilizzate un olio minerale (io utilizzo quello di mandorle dolci) per frizionare il pelo del vostro cane in modo da districare meglio i nodi. Se il vostro amico a quattro zampe ha il pelo corto potete saltare la procedura, ma vi assicuro comunque che ai cani piace essere massaggiati ed inoltre il massaggio ha anche un effetto rilassante;
  • spazzolate il pelo con una spazzola o un pettine in modo da togliere anche il pelo morto, oltre che i nodi;
  • bagnate il cane con acqua tiepida. Potete metterlo direttamente in una vaschetta oppure usare il doccino o la canna dell’acqua (questa è l’unica soluzione contemplata da noi);
  • procedete con lo shampoo: utilizzatene uno specifico con un Ph7 (i nostri hanno un Ph di 5 o giù di lì come insegnano tante pubblicità e quindi non vanno bene). Come per i bambini, evitate di far entrare lo shampoo negli occhi e se possibile nelle orecchie;
  • risciacquate con acqua tiepida finché ogni residuo di shampoo se ne sarà andato;
  • asciugate il vostro cucciolo con morbidi asciugamani o, se lo tollera, con un phon, ma state attenti a non scottare la cute che è più delicata della nostra;
  • infine, pettinate nuovamente il pelo e, se necessario, mettete ora (e non prima) l’antiparassitario.

Et voilà, il vostro amico a quattro zampe è pulito e profumato, voi e la vostra casa un po’ meno…

I bambini poi non vi dico in che stato sono, ma sicuramente si saranno divertiti e avrete passato un bel pomeriggio insieme!

Se volete poi vi spiego anche come lavare i bambini ed ottimizzare il tempo a vostra disposizione con questi semplici consigli.

Voi con che frequenza lavate il vostro cane e come fate a fargli il bagno?

 

Facebook Comments

Last Updated on

One Comment

  • Fiore

    io passo per lasciarti un salutino visto che di come lavare il cane sono già una esperta…..ihihihihihihi….volevo anche ringraziarti per aver partecipato alla foto sfida la settimana scorsa. a presto controlla la posta email entro domenica avrai indirizzi cui inviare le cartoline, ciao e …buon lavaggio bau!!! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *