consigli-pratici-inizio-scuola
vita con i bambini

Come prepararsi all’inizio della scuola: consigli pratici

Ebbene sì, Settembre è arrivato. L’estate ci sta mostrando i fanalini di coda, il clima pare farsi più fresco, le giornate si accorciano e…l’ansia aumenta.

Settembre per noi mamme significa una cosa sola: l’inizio della scuola.

Mai come quest’anno, poi, visto il putiferio causato dal Covid-19.

Tra i mille interrogativi, le centinaia di notizie fuorvianti, i decreti che dicono tutto e il contrario di tutto, pare quasi certo che la scuola inizierà.

Allora, care mamme, non possiamo farci trovare impreparate.

Dall’alto della mia somma esperienza (si fa per dire) ecco qualche consiglio pratico per non farsi prendere dal panico.

Come prepararsi all’inizio della scuola: consigli pratici

In questi ultimi giorni che ci separano dall’inizio della scuola, con calma e senza stress possiamo approfittarne per sistemare quelle faccende che ci portano via tempo prezioso se fatte troppo a ridosso dalla data di apertura.

  • Preparare e controllare il materiale scolastico

Assicuriamoci di avere ordinato i libri in libreria e di avere acquistato il materiale indicato dalle insegnanti (se siete tra quelle fortunelle che hanno già in mano la lista).

Io suggerisco sempre di etichettare tutto, anche se questo non evita smarrimenti, ma per lo meno evita confusione e litigi tra i bambini quando si prestano le cose.

Non dimentichiamoci della ricreazione: borracce e porta-merende in ordine, fazzolettini, salviettine igieniche, gel lavamani e mascherine se l’istituto non le fornisce.

  • Controllare l’abbigliamento

Anche l’aspetto conta quando si va a scuola: non serve indossare capi di alta sartoria, ma vestiti puliti e che calzino a pennello, anche per far sentire a proprio agio i bambini.

Misuriamo grembiulini e blusine se sono obbligatorie nel vostro istituto (nella nostra primaria sì). Controlliamo bene le tasche che spesso nascondono vere e proprie voragini, i bottoni, gli orli, i polsini e i gomiti, che di solito sono le parti che si rovinano di più.

Passiamo poi ai vestiti veri e propri: decidiamo cosa può essere ancora portato e cosa invece è meglio acquistare per non trovarci all’ultimo giorno senza avere vestiti adeguati.

Anche le scarpe hanno bisogno di una controllata: da quando la scuola è stata sospesa i nostri pargoli sono cresciuti (la Ninfa per esempio ha avuto uno scatto di crescita incredibile, ma questa è un’altra storia).

E’ il momento giusto per acquistare calzature adatte alla stagione, ricordiamoci che anche se c’è il sole l’estate non durerà per sempre!

  • Controllare avvisi e comunicazioni

In questi giorni anche gli insegnanti ricominciano a lavorare, il che significa che stanno facendo delle riunioni importanti per stabilire orari e modalità delle lezioni e tanto altro.

Per non scendere dal fico controllate il Registro Elettronico e la vostra mail: qui vi verranno inviati avvisi e comunicazioni importanti, alcuni dei quali devono essere restituiti firmati già i primi giorni di scuola.

Assicuratevi di avere svolto le pratiche per le uscite con delega, la mensa e il trasporto nei tempi previsti: la parte burocratica è quella che fa sempre perdere un sacco di tempo.

  • Ricominciate a parlare di…scuola!

Siamo stati mesi e mesi a parlare di scuola ma principalmente lo abbiamo fatto noi adulti, non i nostri bambini.

Per chi comincia l’avventura in un nuovo istituto o comunque per i bambini più piccoli è utile ricominciare a parlare di scuola per abituarli gradualmente all’idea.

Non serve ossessionarli, ma pian pianino toccare l’argomento. Magari potete scegliere un film, una serie o un cartone che si svolga tra i banchi di scuola (me ne vengono in mente a dozzine, ma non so più se li trasmettono ancora!). Anche libri o riviste che ne parlano possono essere utili.

  • Contattare i compagni

Per i bambini parlare e frequentare i loro simili è indispensabile e lo abbiamo sperimentato tutti durante il lockdown. In questi giorni che precedono l’inizio della scuola possiamo spronarli a riprendere i contatti con i loro compagni: basta una telefonata, un messaggio o un incontro al parco per dare loro modo di chiacchierare un po’, non solo delle vacanze ma anche di quello che succederà.

  • Spiegare ai bambini che quest’anno sarà diverso

Sia che i vostri figli siano già studenti navigati o debbano iniziare la scuola, ritagliatevi un po’ di tempo per spiegare loro che il nuovo anno scolastico sarà diverso da quelli a cui erano abituati.

A causa della pandemia, molte cose sono cambiate ed è bene che anche i bambini ne siano informati. Utilizzate un linguaggio semplice e alla loro portata, ma siate sempre sinceri. Ai bambini le bugie piacciono ancor meno che agli adulti!

  • Ripristinate i ritmi

Se eravate abituati a dormire fino a tardi, magari ora è il caso che lentamente impostiate le lancette dell’orologio su orari simili a quelli che farete non appenala scuola inizierà.

Farlo già da ora significa risparmiarvi scene in cui vagate per casa come zombie, vi farà evitare litigi e sicuramente ritardi.

  • Godetevi gli ultimi giorni di vacanza

Essì, bandite ansia e stress e godetevi ogni istante che vi separa dall’inizo della scuola. Coinvolgete i vostri bambini, cercate di fare qualcosa di speciale assieme per concludere l’estate in bellezza. Organizzate una gita, un pic-nic, un ultimo fine settimana al mare o in montagna.

E ricordatevi di essere grati in ogni momento perché almeno, noi, la scuola ce l’abbiamo!

Se avete altri consigli, allungate pure la lista!

 

(Foto di Innviertlerin da Pixabay)

 

 

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *