gita-monte-san-giorgio-dove-vedere-dinosauri-bambini-fossili-museo
viaggiare con i bambini

Gita al Monte San Giorgio: fossili e non solo

La gita al Monte San Giorgio è stata una proposta dei miei cugini che abitano in Svizzera. Siccome oramai è nota a tutti la passione sviscerata che Ringhio ha per i dinosauri, abbiamo organizzato una scampagnata su questo monte che in realtà una volta era…un fondale marino!

Monte San Giorgio: dove si trova e come raggiungerlo

Il Monte San Giorgio è a cavallo del confine con la Svizzera: metà si trova sul territorio elvetico e fa parte della zona del Mendrisiotto e Basso Ceresio, nella parte Sud del Canton Ticino, mentre l’altra metà si trova nella provincia di Varese e fa parte della Zona dei Laghi.

Il Monte San Giorgio domina quindi il Lago di Lugano, poco più in là del confine di stato.

Una volta arrivati sul territorio svizzero non dovete fare altro che seguire le indicazioni per Serpiano e poi per Meride.

Attenzione: se decidete di usare le autostrade, ricordatevi che in Svizzera serve la vignette! Noi di solito arriviamo fino al confine con le autostrade italiane, ma poi dopo confine percorriamo le strade statali.

Monte San Giorgio: cosa vedere

Il Monte San Giorgio è una bellissima zona per fare trekking, anche con i bambini. Alto 1097 metri, ricoperto da boschi di castagni, offre moltissimi sentieri per escursioni sia a piedi che in bicicletta.

Dalla cima della montagna si vede il Monte Rosa, le Alpi Lepontine, Lugano e se la giornata è particolarmente tersa si distingue perfino Milano.

monte-san-giorgio-fossili-dinosauri-bambini-museo

Al di là dell’aspetto paesaggistico, il Monte San Giorgio deve la sua fama ai famosi fossili di rare specie animali e vegetali risalenti a 240 milioni di anni fa.

Grazie a questi, il sito è stato dichiarato “Patrimonio mondiale dell’UNESCO”,  nel 2003 la parte svizzera e nel 2010 quella italiana.

E’ stato creato apposta un sentiero escursionistico, chiamato “Sentiero geo-paleontologico” che collega tra di loro i vari siti in cui sono stati ritrovati i fossili.

E’ un sentiero facile e costellato da pannelli con spiegazioni semplici e dettagliate. Se non avete voglia di camminare in mezzo ai boschi o il tempo non lo permette, potete sempre visitare il museo.

Monte San Giorgio: i fossili

Il Monte San Giorgio ha una forma piramidale ed è composto da vari strati di roccia calcarea e dolomia.

Nel Medio Evo era diventato famoso perché vi si estraeva l’ittiolo, un farmaco per la pelle ancora in uso ai giorni nostri, ricavato da materiale organico fossile molto oleoso.

Nel corso dell’Ottocento si iniziò a scavare nella zona per cercare combustibili fossili da utilizzare per le industrie. Vennero costruite delle miniere sopra Besano e Meride e al contempo si continuò anche ad estrarre gesso e marmo.

Fu proprio grazie agli scavi dei minatori che avvennero i primi ritrovamenti casuali di fossili. La notizia giunse alle orecchie dell’abate Antonio Stoppani, il padre delle geologia italiana, che nel 1863 si decise ad attuare il primo vero scavo paleontologico della zona.

All’interno della roccia possiamo “leggere” la storia di milioni di anni fa. Infatti, nei vari strati di cui è composto il monte San Giorgio (ogni strato corrisponde ad una determinata era) sono stati ritrovati più di 20.000 fossili che hanno portato alla scoperta di 25 specie di rettili, 50 specie di pesci e oltre un centinaio di specie diverse di invertebrati, oltre a fossili di vegetali.

monte-san-giorgio-dove-vedere-dinosauri-bambini-museo-fossili

La particolarità del Monte San Giorgio, quindi, sta nel fatto che è rarissimo trovare una così alta concentrazione di fossili di epoche differenti in un solo luogo!

Per alcune specie mai rinvenute prima gli archeologi scelsero nomi che richiamassero il territorio circostante,  come per esempio TicinosuchusCeresiosaurusSerpianosaurusBesanosaurus o Meridensia.

Monte San Giorgio: dove vedere i fossili

Dal lato svizzero potete vedere i fossili al Museo dei Fossili di Meride. Costruito su quattro piani il museo si visita in poco tempo, ma merita davvero.

Ci sono fossili di tutte le epoche, dai 547 milioni di anni fa ad epoche più “recenti”. Grazie alle illustrazioni, alle animazioni 3D, alla realtà virtuale e a quella aumentata anche i più piccoli riescono a capire facilmente come era la vita nel mare scomparso.

Spettacolare la ricostruzione del Ticinosuchus, un sauro terrestre vissuto 240 milioni di anni fa. E’ situata all’ingresso del museo e con la sua lunghezza di 2 metri e mezzo lascia a bocca aperta sia grandi che piccini!

gita-monte-san-giorgio-dove-vedere-dinosauri-bambini-fossili-museo

Se volete visitare il museo, ecco qui i contatti:

Museo dei fossili del Monte San Giorgio:

via Bernardo Peyer 9

6866 Meride

Tel +41 91 640 00 80  info@montesangiorgio.org

Monte San Giorgio: la terrazza panoramica della Val Mara

Dopo aver visitato il museo, con una camminata di circa un quarto d’ora potete raggiungere la terrazza panoramica della Val Mara.

Inaugurata lo scorso anno, è una piattaforma di legno su cui sono stati montati dei cannocchiali per guardare la falesia calcarea sottostante (se soffrite di vertigini, ecco, magari no).

Accanto ai cannocchiali  ci sono anche grafici, modellini e pannelli che illustrano lo scavo archeologico che possiamo vedere dall’alto.

A me personalmente è piaciuta di più la camminata in mezzo ai boschi accompagnati dalle acque del torrente Gaggiolo che la terrazza in sé, ma dato che siete nei pressi è doveroso andarci.

Monte San Giorgio: non solo fossili

Una gita al monte San Giorgio è affascinante anche se non siete appassionati di fossili: camminare tra i castagni, arrivare fino alla funivia Brusino-Serpiano, fermarsi ad ammirare il panorama del lago sottostante ed infine mangiare qualcosa in uno dei ristoranti o nel tipico grotto.

In fondo non è una grandissima area e si può visitare comodamente in un giorno.

Se arrivate in mattinata, potete fare l‘escursione seguendo il sentiero geo-paleontologico partendo da Meride (è un percorso circolare che sale verso la cima del monte San Giorgio e poi ritorna al borgo medievale molto caratteristico) .

Si attraversano le varie frazioni e si raggiunge Serpiano. Da qui si sale a piedi fino a dove si ferma la funivia (circa 650 m). La camminata continua su una strada sterrata con una lieve pendenza e si raggiunge l’Alpe di Brusino (670 m). Qui si trova un antico grotto dove potete mangiare piatti tipici per poi ridiscendere verso Meride passando per Gaggio e Albertina.

Noi, visto l’età dei miei zii, abbiamo optato per la funivia, per cui siamo saliti direttamente a Serpiano. Da lì abbiamo visitato i vari siti e abbiamo pranzato in uno dei ristoranti.

gita-bambini-monte-san-giorgio-fossili-dinosauri-dove-mangiare

Poi con calma siamo scesi a Meride, dove abbiamo visitato il museo dei fossili e la terrazza della Val Mara.

Ci torneremo senz’altro, perché è un posto pittoresco con delle escursioni a misura di bambino e ha tanto da offrire.

Magari questa volta dal lato italiano…

 

 

Facebook Comments

Last Updated on

4 Comments

  • Maria Domenica

    Devo ammettere di non conoscere il Monte San Giorgio, così ricco di bellezza e di suggestione ma anche di storia visto che custodisce tracce primordiali della storia del mondo. Mi incuriosisce tantissimo e quindi vorrei proprio recarmici anche per visitare il suo museo. Maria Domenica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *