RICETTE

Gnocchi fucsia

Ogni bambino prima o poi ha delle fissazioni: c’è chi vuole ascoltare sempre la stessa favola, chi vuole giocare sempre con lo stesso gioco, chi vuole mangiare i biscotti solo interi…

Stranezze che prima o poi passano da sole, per fortuna.

Io da piccola per esempio volevo mangiare solo il Cornetto cuore di panna, mentre mia cugina mangiava il gelato solo se era rosa.

In questo periodo la Ninfa si è fissata col colore fucsia. Oddio, più che una fissazione è una forte predilezione: se può scegliere, lei sceglie fucsia.

Domenica scorsa, complice il passaggio all’ora legale, eravamo un tantino sfasati, per cui abbiamo preferito rimanere a casa.

Verso l’ora di cena, ho aperto il frigorifero e ho visto che in un bel contenitore giacevano semidimenticate due barbabietole (o rape rosse) precotte.

Quando ero piccola le barbabietole era un ortaggio che consumavano molto i miei nonni, mentre sulla tavola dei miei genitori non sono mai arrivate.

Le ho riscoperte nell’ultimo anno, durante il pranzo di lavoro che mi concedo una volta al mese con la mia amica.

Le barbabietole hanno un sacco di proprietà. E sapete nel mio caso qual è la cosa più bella? Che hanno uno stupendo colore fucsia!

Le avevo comperate per  fare degli gnocchi un sabato sera in cui avevo ospiti.  E’ stata la cena più disastrosa che abbia mai fatto, ma questa è un’altra storia.

Quindi me ne sono avanzate due e ho deciso  di utilizzarle per fare di nuovo gli gnocchi.

Ho cercato e ricercato nel web una ricetta diversa da quella che avevo provato e questa è la mia versione rivisitata.

Eccoli, di un bel colore acceso!

GNOCCHI FUCSIA

Ingredienti per 4 porzioni

  • 200 gr.di barbabietole cotte
  • 350 gr. Di farina 00
  • 250 gr. di ricotta
  • 100 gr. di parmigiano grattugiato
  • 50 gr. di pecorino grattugiato
  • Un pizzico di sale
  • Un pizzico di pepe
  • Un pizzico di noce moscata
  • Un pizzico di curcuma
  • Un pizzico di zenzero

Il procedimento è semplicissimo. Abbiamo inserito  nel boccale del Bimby le barbabietole tagliate a pezzi, la ricotta, sale e spezie: 10 sec. Vel.6.

Poi abbiamo unito farina, parmigiano e pecorino: 20 sec. Vel 5. Quello che vedrete sarà un bell’impasto fucsia acceso, quasi come quando frullate i mirtilli.

La Ninfa era felicissima e meravigliata. Abbiamo tolto l’impasto e su una spianatoia spolverata di farina abbiamo formato dei salsicciotti dello spessore di un dito circa e li abbiamo tagliati per ricavare tanti gnocchi colorati.

Per cuocerli si segue lo stesso procedimento di quelli di patata: si buttano in acqua bollente salata e si ripescano quando vengono a galla.

Conditeli a piacere: con burro, salvia e alloro, con una fonduta di parmigiano, con un sughetto al pomodoro…

Noi li abbiamo mangiati su un bel letto di pesto (sentite come parlo bene, proprio da spettatrice di Masterchef).

Abbiamo preso dei piatti bianchi e Ringhio ha messo un paio di cucchiai di pesto sul fondo. La Ninfa col mio aiuto ha distribuito gli gnocchi, qualche goccia di olio e un cucchiaino di parmigiano…

Semplicemente fantastici! Purtroppo avevamo fame per cui niente foto dei piatti.

Ah, potete congelarli e consumarli in un secondo momento.

E voi, utilizzate la barbabietola o non fa parte delle vostre abitudini alimentari?

 

Facebook Comments

Last Updated on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *