io-dormo-solo-irene-marzi-libro-bambini-recesione-nanna-co-sleeping
libri per bambini

Io dormo da solo di Irene Marzi e Nicoletta Manno

“Io dormo da solo” è un libro per bambini scritto da Irene Marzi ed illustrato  da Nicoletta Manno.

Ho scelto di dedicare a lui la recensione del venerdì del libro per questo motivo: il tema del sonno è una spina nel fianco per molti genitori tra i quali la sottoscritta.

Ho sempre avuto problemi a far fare la nanna ai miei amati pargoletti, fin da quando erano piccini.

All’epoca dopo aver letto il famoso manuale di Estevill subito abbandonato avevo trovato un po’ di conforto tra le pagine di “Fate la nanna” della famosa Tracy Hoggs.

Ciononostante, i miei bambini hanno iniziato a dormire nella loro camera solo qualche anno fa, alternando però periodi di co-sleeping.

Purtroppo negli ultimi mesi a causa dell’ansia provocata dalla situazione del COVID-19, il loro bisogno di avere accanto mamma e papà durante il sonno è tornato alla ribalta più dirompente che mai.

Il libro “Io dormo da solo” è capitato proprio al momento giusto, come se Irene Marzi avesse captato il mio urlo disperato.

“Io dormo da solo”: brevi cenni alla trama

Giulio è un simpatico bimbo con una vita molto attiva, esattamente come lo sono i bambini di oggi.

Ha una bellissima cameretta ed un confortevole lettino che lo aspetta tutte le sere.

Lettino infatti ama molto Giulio, adora prendersene cura e coccolarlo durante la notte.

Proprio a questo sta pensando Lettino, quando finalmente le luci della casa si spengono e arriva l’ora della nanna.

Lettino ascolta trepidante Giulio che si lava i denti e si mette il pigiama.

E’ così emozionato, non vede l’ora che arrivi! Ma purtroppo il bimbo non si presenta.

Lettino diventa triste e comincia a piangere. Già da alcune notti, infatti, il piccolo preferisce dormire nel Lettone.

“Cosa avrò fatto di male?” si chiede disperato Lettino. Eppure anche lui è morbido e caldo, confortevole e coccoloso.

Lampada, Comodino e Tappeto tentano di consolarlo.

Lettino prova ad agghindarsi tutto, chiede alla Mamma di mettere la coperta più bella che c’è e di posarci sopra i pupazzi preferiti di Giulio.

Purtroppo nemmeno questo sembra funzionare. Così l’inconsolabile Lettino decide di parlare al bambino.

Gli spiega che gli manca tanto, che senza di lui si sente triste e solo. Ma Giulio sembra irremovibile: il Lettone di Mamma e Papà è più morbido, più caldo e più confortevole.

Lettino a questo punto invita il bambino a stendersi e a provare. Giulio si infila sotto le coperte e si rende conto che anche Lettino è morbido, caldo e coccoloso come il Lettone di Mamma e Papà, anzi forse ancora di più!

In un nano secondo, sentendosi protetto e al sicuro, Giulio chiude gli occhi e si addormenta felice.

“Io dormo da solo”: recensione

Le pagine patinate di questo albo sono un piccolo capolavoro.

Le illustrazioni sono state ideate da Nicoletta Manno all’interno di un corso di illustrazione per l’infanzia tenuto da Anna Laura Cantone dell’istituto Europeo di Design (IED) di Milano.

Le tinte pastello e i disegni semplici ma di grande impatto aiutano il bambino nella comprensione del testo.

Il racconto è scritto in alfabeto maiuscolo ed è quindi adatto anche alla lettura in solitaria dei bambini in età scolare.

Irene Marzi utilizza un linguaggio semplice con periodi brevi. I dialoghi tra i vari personaggi sono molto verosimili e catturano l’attenzione dei piccoli lettori o dei piccoli ascoltatori.

Trovo ottima l’idea di antropizzare i mobili della casa e di conferire a Lettino gli stessi sentimenti che può provare un bambino.

“Io dormo da solo” è un racconto che parla sicuramente di nanna, ma tocca anche altri argomenti: il tema delle emozioni, quello del dialogo e quello dell’acquisizione della fiducia in se stessi e della crescita.

In una trentina di pagine l’autrice riesce a far vedere al bambino che ha paura di dormire da solo come la sua incapacità in realtà non sia il vero problema: il guaio infatti è la tristezza di Lettino. E nessun bambino vuole che un suo amico sia triste, giusto?

Ecco che la soluzione per tornare a far sorridere Lettino è quella di dormire con lui.

Insomma, due piccioni con una fava!

Se anche voi avete dei bimbi che tentano di intrufolarsi nel vostro letto nel cuore della notte, ma anche se avete dei bimbi che amano i racconti e volete proporre loro una favola originale, allora non potete farvi scappare questo albo illustrato.

Come sempre, un grazie speciale a Paola di “Homemademamma”  e a Irene Marzi di cui vi avevo già parlato in questo post.

Irene non è una scrittrice per bambini improvvisata. Infatti ha già scritto alcuni racconti molto belli, che affrontano in modo originale alcune problematiche comuni a noi genitori, come ad esempio “Il signor Pollice va in vacanza.

Se volete saperne di più su “Io dormo da solo”, potete cliccare qui.

SCHEDA TECNICA

Titolo: Io dormo da solo
Autore: Irene Marzi
Illustratore:  Nicoletta Manno
Casa editrice: Valentina Edizioni
Anno pubblicazione: settembre 2020
Pagine: 25

 

 

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *