camilla-läckberg-gabbia-dorata-romanzo-libro-recensione-trama-opinioni
libri per mamme e papà

“La gabbia dorata” di Camilla Läckberg

Camilla Läckberg, famosissima scrittrice scandinava, è la protagonista di questo venerdì del libro. Oggi, tra un boccone di torta Ciliegiotta e l’altro, vi voglio parlare dell’ultimo romanzo che ha scritto, “La gabbia dorata”, pubblicato lo scorso anno.

Prima di iniziare, mi sento in dovere di fare una breve premessa. Se amate il giallo, vi verrà naturale collegare il nome di Camilla Läckberg al personaggio di Erica Falk, protagonista indiscussa della quasi totalità dei suoi scritti.

Non commettete l’errore che ho fatto io!

“La gabbia dorata” come il precedente “Donne che non perdonano” si lancia in una nuova direzione, che vede nella difesa dei diritti delle donne il tema principale.

“La gabbia dorata” di Camilla Läckberg: brevi cenni alla trama

Faye è una donna come molte: devota alla figlia e al marito, ha deciso di abbandonare la sua brillante carriera per sostenere l’ascesa professionale del partner. Ricca e annoiata, un bel giorno si accorge che il marito ha una relazione extraconiugale. A differenza delle altre donne della sua cerchia, Faye non pensa nemmeno per un minuto di far finta di niente e nemmeno di chiedere il divorzio.

Perché la vita è già stata dura con lei e le ha tolto troppo. Ma Faye non è una che si piange addosso, lei è una combattente, una pianificatrice, una tipa tosta che ha saputo reinventarsi già molti anni prima, quando ancora era Matilda e abitava in un piccolo paesino sperduto…

E grazie alla sua intelligenza tesserà una trama complicata per ottenere quello che le spetta, niente di meno.

“La gabbia dorata” di Camilla Läckberg: recensione

Come ho accennato prima, niente Erica in questo romanzo. E se sulle prime questo può deludere molto, quando ci si addentra nella lettura Erica lascia pian piano il posto a una donna poliedrica e interessante.

La storia parte lenta, la protagonista ci viene presentata quasi come una donna sottomessa, disposta ad accettare il suo destino: invecchiare accanto al marito che si trova ogni mese una nuova e giovane amante.

In parallelo con la vita di Faye, si fa un salto temporale all’indietro  nel piccolo paesino di Fjällbacka, dove Matilda e il fratello conducono una ben miserevole esistenza.

Si procede così, con pochi colpi di scena, finché si arriva al punto di unione – o meglio, di rottura- della trama e si scopre che Faye è tutt’altro che una povera sprovveduta: fredda, spietata e manipolatrice, non si tira indietro di fronte a niente per arrivare ad ottenere quello che le spetta di diritto.

Lei sa di essere in gamba, intelligente, brava nel suo lavoro, ma sa che l’essere femmina in un mondo di uomini è uno svantaggio. E sa che se vuole ottenere vendetta può farlo contando sulla solidarietà femminile, voluta o non voluta…

Leggere le avventure di Faye mi ha fatto venire in mente due cose: per un certo tratto del romanzo la protagonista mi ha ricordato la spietata Medea del mito greco, per l’altra invece mi è sembrata la protagonista di un vecchio film intitolato “She-the devil”.

Forse proprio per questo non sono riuscita a gustarmelo fino in fondo, perché in un certo senso sapeva di cose già viste.

Apprezzo molto la nuova svolta sociopolitica della Läckberg, ma sono sicura che dalla sua penna possano uscire trame più originali. Non dico che il romanzo sia un flop, ma sicuramente è ben lontano da quello che mi aspetto quando prendo in mano uno scritto di quest’autrice.

Certo, se non avete mai letto nulla prima, allora sicuramente riuscirete ad apprezzarlo per quello che è: un godibilissimo romanzo giallo con una forte e moderna protagonista femminile.

In caso contrario, tornate al suggerimento di cui sopra: evitate di fare paragoni, non cercate Erica e leggete il romanzo senza preconcetti e resistendo alla lentezza dei primi capitoli. Sono sicura che vi piacerà, perché Camilla Läckberg scrive bene, in modo diretto e in certi punti anche crudo.

Come sempre, ringrazio Paola di “Homemademamma” l’inventrice del venerdì del libro.

Ci vediamo venerdì prossimo con un nuovo romanzo!

SCHEDA TECNICA

Titolo: La gabbia dorata

Autore: Camilla Läckberg

Traduttore: Laura Cangemi

Editore: Marsilio Editori

Anno: 2019

Pagine: 408

 

Facebook Comments

Last Updated on

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *