questione-di-costanza-alessia-gazzola-romanzo-libro-recensione-trama-riassunto-opinioni
libri per mamme e papà

“Questione di Costanza” di Alessia Gazzola

Con “Questione di Costanza” la scrittrice italiana Alessia Gazzola torna a far parlare di sè.

A pochi mesi di distanza dalla pubblicazione di “Lena e la tempesta” , che ha visto la luce a maggio, esce per Longanesi “Questione di Costanza”, il primo volume di una nuova saga.

Ovviamente, da fan sfegatata della Gazzola, non posso evitare di parlarvene. Quindi, il protagonista di questa settimana del venerdì del libro è “Questione di Costanza”

“Questione di Costanza” di Alessia Gazzola: brevi cenni alla trama

Costanza è una brillante anatomopatologa  che, come accade a troppe menti brillanti qui in Italia, non riesce a trovare un impiego.

Da sempre sogna di trasferirsi in Inghilterra, ma la vita la porta su strade diverse. Così, la ragazza si trova costretta ad accettare un lavoro per un anno come paleopatologa, disciplina di cui conosce poco ma soprattutto per cui non prova la benché minima passione.

E come se non bastasse il lavoro si trova a Nord, precisamente a Verona,  che per una messinese è un po’ come dire in Siberia.

Col cuore pesante, ma ben determinata, Costanza sale su un aereo assieme alla figlioletta Flora e si appresta ad andare a vivere in una casa fatiscente con la sorella Antonietta, laureata in psicologia.

Per Costanza non sarà facile adattarsi ad una nuova città, ad un nuovo lavoro e a una nuova vita.

Oltre a sfidare l’umido clima veneto, la dottoressa dovrà vedersela anche con le altre madri, reincarnazioni perfette della Montessori.

Ma da brava mamma single Costanza è disposta a lottare pur di portare a casa la pagnotta, cercando perfino di rintracciare Marco, il fantomatico padre di Flora.

Ma le indagini sul padre non sono le uniche a cui Costanza partecipa: il suo compito, assieme ai ricercatori della sua squadra, è quello di fare luce su un mistero molto più antico, che riguarda il ritrovamento di una treccia rossa all’interno di una tomba del 1200

“Questione di Costanza” di Alessia Gazzola: recensione

Torna l’autrice, torna la passione per la medicina legale, qui delineata in modo diverso rispetto alla serie de“L’allieva”.

Con il suo inconfondibile humor la Gazzola crea un nuovo personaggio femminile che, se ad una prima occhiata ricorda la sbadata Alice, non fatica affatto ad affermarsi presto come qualcosa di diverso.

Se come Alice è sbadata, imbranata e anche un po’ sfortunata, Costanza ha però un carattere più maturo, sicuramente dovuto al fatto che è una mamma.

E una madre – almeno in perfetto stile italiano- è disposta, se non proprio ad abbandonare, almeno a mettere momentaneamente da parte i propri sogni e il proprio orgoglio per il bene della figlia.

Con grande spirito di sacrificio la protagonista riesce infinead appassionarsi seppur in minima parte alla paleopatologia, impara a collaborare con gli altri e a non sentirsi in difetto nei confronti delle altre madri.

Un romanzo quindi molto attuale, che si fa portavoce di una nuovo schema familiare differente dalla classica famiglia a cui la letteratura ci aveva abituate.

Se quindi il personaggio di Costanza è ben abbozzato – ci sono dei particolari che vengono volutamente tenuti sottotono o esasperati perché saranno la base di una futura crescita-  altrettanto ben riusciti sono quelli di Antonietta, il grillo parlante della situazione, e di Flora, la voce dell’innocenza ispirata alla figlia dell’autrice.

Non riesce ancora ad emergere Marco,  che rimane ancora nell’ombra, ma mi aspetto grandi cose da questo ragazzo…

A livello di struttura, ho apprezzato molto l’alternanza di capitoli dedicati al presente e capitoli dedicati alla storia ambientata nel 1200.

Come primo excursus nel campo dei romanzi storici direi che ci siamo, spero che la Gazzola approfondisca questo tema nel corso dei prossimi romanzi.

Chissá, magari la ritroveremo assieme a Simoni, Strukul ecc. alla prossima edizione del festival internazionale del romanzo storico, il“Chronicae”.

Nel frattempo, non perdete l’occasione di conoscere Costanza e ditemi cosa ne pensate.

Voi  cosa avete letto di interessante in questo periodo?

Lasciatemi i vostri suggerimenti nei commenti.

SCHEDA TECNICA

Titolo: “Questione di Costanza”

Autore: Alessia Gazzola

Edito da: Longanesi

Anno di pubblicazione: ottobre 2019

Pagine: 335

 

 

 

 

 

Facebook Comments

Last Updated on

4 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *